About Me

Florence Di Benedetto

There is beauty in everything

About Me

Biografia


Florence Di Benedetto nasce nel 1975. Dopo aver conseguito il diploma presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano, comincia a lavorare come fotografa di moda e still-life. Parallelamente intraprende una ricerca tutta personale, incentrata sulla contaminazione tra fotografia e pittura. Nel 2001 espone per la prima volta i suoi lavori presso il Museo di fotografia contemporanea Ken Damy, a Brescia. Inizia a collaborare con il fotografo Maurizio Galimberti e per due anni si dedica allo sviluppo delle potenzialità artistiche della fotografia istantanea. Nel 2002 partecipa alla biennale di fotografia a Parigi con la galleria Caractere. Segue un lungo periodo di ricerca e studio sulle possibilità di incontro tra fotografia e pittura in una tecnica mista volta all’interpretazione originale di paesaggi metropolitani. “Florence Di Benedetto, ha un totale controllo sia dell’aspetto fotografico che di quello pittorico e ciò le consente di ottenere nelle sue opere una sintesi dialettica delle due espressività. Pur essendo la fotografia il punto di partenza è il gesto pittorico ad intervenire poi con decisione. Il colore illumina solo alcune zone circoscritte e in tal modo il bianco ed il nero acquistano una maggiore fluidità esaltandosi in un rapporto tra il pieno ed il vuoto che fa acquistare all’immagine un senso di profondità che è insieme visivo e simbolico perché non ferma l’immagine ma la inserisce in un contesto dove acquista un accentuato dinamismo.” (Roberto Mutti) Nell’ultimo anno il percorso dell’artista ha visto la fotografia assumere sempre più il ruolo di appunti compositivi che vengono tradotti sulla tela con la pittura acrilica, spesso animata da piccoli interventi in foglia d’oro e resina, fino a creare riflessi, volume e movimento. “There is beauty in everything” è il titolo dell’ultimo lavoro di Florence Di Benedetto, per la prima volta con ispirazione pop. Abbandonati i grandi spazi metropolitani lo sguardo volge alla bellezza degli oggetti di uso comune e consumo quasi quotidiano, ritratti in combinazioni d’ispirazione iperrealistica. Protagonista è l'uso espressivo del colore, unito all’inserimento della parola sulla tela che dà forza alle immagini, talora col contrasto, talora con umorismo, suggerendo una riflessione che va oltre l’oggetto.

Personali


2019 Milano, There is beauty in everything, Galleria Glauco Cavaciuti
2017 Milano, Dettagli, Galleria Glauco Cavaciuti
2015 Milano, Strade, Galleria Francesco Zanuso
2014 New York, Fu Xin Gallery
2012 Roma, Bravo Charlie, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
2011 Milano, Galleria Glauco Cavaciuti
2010 Milano, Off Duty, Galleria Glauco Cavaciuti
2009 Roma, Be inspired, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
2008 Shanghai, Florence-Shanghai, Fu Xin Gallery
Roma, Streetwise Manhattan, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
2004 Londra, B819871, Artbar
Roma, Another time another place, Arte zen
2003 Milano, National Blv, Arte zen
Milano, Itinerari istantanei, Galleria Openmind



Collettive


2011 Venezia, Arte Laguna Prize, rosa dei candidati
2010 Roma, Linea minima, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
Milano, Collettiva d’arte contemporanea, Galleria Spazio Solferino
2009 Milano, Collezione Piccola Italia, Galleria Little Italy
Roma, Il Muro di Berlino, Galleria 196
Milano, God Bless America, Galleria Little Italy
2008 Roma, Rosso, Galleria 196
Roma, Big/Small, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
2007 Roma, Segno figura, Galleria Il Sole Arte Contemporanea
Biella, Carosello italiano, Palazzo Boglietti
2006 Roma, Family Portraits, Galleria 196
2003 Milano, Appunti di vista, Galleria La Posteria
2002 Paris, Reflets de Femme, Galerie Caractere
Arezzo, Il mio paesaggio, Palazzo Granducale di Foiano 
Modena, Il Senso dello spazio, Palazzo Ducale di Pavullo
2001 Milano, Piccolo Blu, Piccolo Teatro 
Brescia, Ritrovarsi allo specchio, Museo Ken Damy di Fotografia Contemporanea